Camera da letto e illuminazione

Camera da letto e illuminazione

La camera da letto dove trascorriamo dormendo circa un terzo della nostra vita, per la maggior parte delle persone è anche il luogo deputato all’attività sessuale e al concepimento dei figli. Quando si arreda la camera da letto, a seconda dell’educazione e delle motivazioni personali si possono rappresentare negandoli o accentuandoli i simboli dell’amore inteso o come piacere o come atto sottostante a dettami religiosi.

stingboudoirsp_800x533  camera da letto sensualissima…

In base a questi riferimenti culturali è possibile trovare camere da letto dai più svariati significati: letti imbottiti ad alcova, a guscio protettivo, a giaciglio, oppure testiere tradizionali massicce, testiere in ferro battuto romantiche; rivestimenti che includono le pelli e i colori fino al rosso (sensuali); tessuti raffinati (eleganza tipica borghese), floreali, infantili. Si vedranno intorno accessori altrettanto significanti: quadri o oggetti naturalistici, etnici, status-symbol di ricchezza, immagini religiose sacre, simboli esoterici e molto altro.

passato camera letto camera da letto per superstizioso.

Le persone che si accingono a sposarsi o ad andare a vivere insieme proiettano queste loro fantasie ed esigenze sull’arredamento della camera da letto, mettendolo al primo posto come più importante ambiente da allestire. Sono invece trascurati (o ignorati) i requisiti più incisivi dello spazio-letto: la salubrità e idoneità dell’ambiente, la possibile nocività dei materiali,  tipologia o posizione inadatta (letti a castello, soppalchi, collocazione in parti basse delle mansarde, spazi molto angusti).

 

evitare  lampadario centrale da evitare.

Osserviamo adesso la camera dal punto di vista delle luci. Molti vecchi impianti elettrici come già detto in precedenza, prevedevano un unico punto luce al centro della stanza per il lampadario ormai desueto. Una luce sospesa ricadente ai piedi del letto è infatti inutile; sarà solo abbagliante e fastidiosa per chi riposa. È preferibile al suo posto istallare un corpo illuminante “schiacciato” sul soffitto (plafoniera) a luce diffusa e meno diretta possibile, da accendere solo in caso di faccende necessarie e fuori dell’attività del riposo. Con altri tipi di apparecchi illuminanti si ottengono i risultati più corretti.

cameradaletto gogh Van Gogh

La camera da letto essendo per sua natura yin, non ha bisogno di una grande quantità di luce, sono sufficienti due abat-jour basse laterali al letto (meglio se schermate da paralumi in stoffa o vetri opalini azzurrini), una piantana con regolatore d’intensità.  Vanno assolutamente evitate luci posizionate nella testiera o al di sopra dei cuscini.

articoli_6_54_SIAV0212_01_05 tecnologia e aperture eccessive; da evitare.

Spesso quando c’è l’intervento progettuale di una architetto, è probabile vedere   architetture d’interni che hanno effetti scenografici; ad esempio contro pareti  a rilievo che nascondono nel perimetro sorgenti che irradiano luminescenze morbide su una parete, nicchie con piccole luci incassate, proiettori indiretti che illuminano sculture o dipinti, luci nascoste dietro a tendaggi. Si tratta di soluzioni originali molto gradevoli. E’ però necessario che queste composizioni siano tenui, discrete e comunichino principalmente un senso di rilassamento. Qualora fossero troppo stimolanti, avrebbero un effetto controproducente:  trascorrere troppo tempo in uno stato di vigile attenzione può essere dannoso per la propria tranquillità e anche per l’equilibrio della coppia.

 

download lato corto della mansarda e travi: da evitare!

Nelle mansarde con soffitti inclinati o troppo bassi si possono verificare disturbi fisici ed emotivi e, nel caso di travi a vista sporgenti sopra il letto, anche discordie tra i partner. Anche in questo caso, disponendo delle luci verso l’alto o verso le pareti che eliminino il senso di oppressione ed eventuali zone di ombra, si eviteranno ristagni di energia e si riattiverà una libera circolazione del Ch’ì.

Anche i campi magnetici hanno una loro influenza sul nostro organismo, siamo totalmente immersi e sottoposti ad essi. L’impianto elettrico che collega punti luce, prese, interruttori, scatole di derivazione, che forma un anello intorno alla stanza (e che spesso corre anche a pavimento) forma un solenoide, ovvero un campo elettromagnetico circolare all’interno del quale noi “dormiamo”.  Per evitare questa prolungata esposizione, la soluzione idonea è quella di istallare nel punto iniziale del circuito (della camera), un “disgiuntore di tensione”, ovvero un interruttore che comandato, interrompe la tensione elettrica nelle ore notturne. Sul comodino non vanno tenuti, radiosveglie, carica batterie, radio; vanno poi tenute fuori dalla camera da letto tutte le apparecchiature elettroniche ormai d’uso comune quali televisioni, computer, stereo, lettori DVD perché emettitori anch’essi di onde elettromagnetiche.

eurodesign-chanel-armadio-533x200  specchi e camera da letto

Gli specchi in camera da letto (se posizionati in modo da non riflettere le persone) dinamizzano un pò il flusso del Ch’ì laddove gli spazi sono stretti e poco areati; possono anche favorire l’energia sessuale, ma durante la notte diventano emettitori di fotoni che interferiscono sul sonno.